Cos'è il Ciclo di Calvin? (Varie)

Cos'è il Ciclo di Calvin?

Frequently Asked Questions - Varie

Categoria: Varie | Martedi 10 Novembre 2020 - 17:22:14

Il Ciclo di Calvin è un processo metabolico che rappresenta la fase oscura della Fotosintesi Clorofilliana e si evidenzia avviene nello stroma del cloroplasto durante la prima fase chiamata "luce dipendente".

La molecola di glucosio sintetizza attraverso il ciclo di Calvin-Benson


Il famoso ciclo di Calvin-Benson da come risultato la sintesi della molecola di glucosio prodotta della fase luce-dipendente della fotosintesi clorofilliana.

La molecola di glucosio che viene prodotta dal ciclo di Calvin della fotosintesi può essere utilizzata dalla pianta per diversi scopi quali la formazione del saccarosio, formata dall'unione tra la molecola di glucosio e il fruttosio fosfato.

Nutrimento della pianta


Il saccarosio viene cosi trasportato alle varie parti della pianta, insieme all'amido primario formatosi dall'unione di più molecole di glucosio all'interno del cloroplasto.

Il glucosio sintetizzato attraverso il ciclo di Calvin viene impiegato anche per la sintesi della cellulosa nella pianta.

Il glucosio prodotto attraverso la fotosintesi clorofilliana viene utilizzato dalla pianta servendosene come nutrimento e quello in che risulta in eccesso può essere utilizzato per la formazione di altri composti organici.

L'importanza del glucosio per la pianta e la sua fotosintesi


Il glucosio è un prodotto molto importante per la pianta stessa ma nel contempo anche per l'intero processo di sintetizzazione clorofilliana.

La fotosintesi clorofilliana è un elemento importantissimo e durante tale questo processo viene liberato ossigeno da parte della pianta perchè trattato come scarto ma fondamentale per la sopravvivenza degli esseri viventi sulla Terra.

In conclusione la fotosintesi clorofilliana permette alla pianta di produrre il nutrimento per se stessa attraverso la trasformazione del glucosio, immettere ossigeno nell'aria fondamentale per le altre specie viventi, e nel contempo, liberare l’aria dall'anidride carbonica.