Informativa Cookie Policy

Cambiamenti climatici - Informazioni

Privacy Policy - informazioni

Informazioni sulla Privacy e Cookie Policy

Il sito cambiamenti-climatici.it non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Per tale motivo non può e non deve considerarsi un prodotto di tipo "editoriale" (ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001).

Gli autori degli articoli, post social e faq dichiarano pertato di non essere in alcun modo responsabili per i commenti inseriti dagli utenti stessi.
Tutti gli eventuali commenti dei lettori/utenti del sito, che si renderanno lesivi di immagine e/o onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli autori.

Alcune immagini presenti su questo sito web sono state reperite in rete, pertanto chi ritenesse danneggiato può far valere i suoi diritti d'autore contattando gli autori o il sito stesso per chiederne la rimozione.

Il sito cambiamenti-climatici.it utilizza i Cookie per rendere l’esperienza di navigazione più semplice e migliore.
Durante la navigazione sul sito, a tutti gli utenti verrano mostrate le informazioni a seconda dei dispositivi utilizzati, sia computer che altri dispositivi mobili. Il sito produrrà dei piccoli file di testo (cookie) che verrano salvati nelle rispettive cartelle/directory utilizzate dai programmi per la navigazione sul web dell’utente (denominati "browser").

Questi cookie possono essere disabilitati dall'utente, rendendo alcune funzionalità inutilizzabili o non funzionanti correttamente.
Alcuni cookie creati dal sito danno la possibilità di memorizzare delle preferenze come il reinserimento delle stesse informazioni già immesse precedentemente e analizzare l’utilizzo del sito per andare incontro alle comodità dell'utente così da migliorare l’esperienza stessa sul sito.

Esistono vari tipi di cookie che possono essere utilizzati dai siti web. Ci sono cookie che consentono di rendere l'utilizzo del sito più efficace, altri per consentire di abilitare o disabilitare specifiche funzionalità.

Tra le varie categorie di cookie possiamo distinguerne cinque:

  • Cookie tecnici (Persistenti e di Sessione)

    I Cookie Tecnici sono necessari per consentire un corretto funzionamento del sito e si dividono di due categorie:
    Cookie Persistenti:
    Servono a contenere dei dati per l'utilizzo del sito e rimangono anche dopo la chiusura del Browser

    Cookie di Sessione:
    A differenza dei Cookie Persistenti, i Cookie di Sessione vengono eliminati ad ogni chiusura del Browser e sono necessari alla corretta visualizzazione del sito. E' possibile modificare, dalle impostazioni del browser, le opzioni per l'utizzzo di questi cookie considerando che ciò potrà influire sulla corretta visualizzazione del sito stesso.

  • Cookie di Analisi

    I Cookie di Analisi sono utilizzati per recuperre le informazioni sull’utilizzo del sito web, informazioni che vengono poi utilizzate per le analisi statistiche in forma anonima atte a migliorare sia l’utilizzo del sito stesso che per rendere più interessanti e attinenti i relativi contenuti nei confronti dell’utente.
    I Cookie di Analisi raccolgono i dati in forma anonima sulle attività degli utenti e su come questi sono arrivati sul sito, ad esempio tramite risultati prodotti da un motore di ricerca (ad es. Google), oppure tramite link presenti su altri siti web che possono essere directory inclusive o siti che trattano gli tessi argomenti. I cookie analitici sono inviati dal sito stesso o da domini di terze parti.

  • Cookie di Integrazione

    I Cookie di Integrazione sono dei cookie contenuti all’interno delle pagine del sito che hanno delle funzionalità sviluppate da terzi e che sono utili alla visualizzazione di varie caratteristiche grafiche.

    Queste caratteristiche possono essere ad esempio componenti grafici come icone, utilizzate dalla maggior parte dei siti web per permettere la condivisione dei contenuti sui social (Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn, Google+, etc.) oppure l'esecuzione di servizi software, sempre prodotti da terze parti, come quelli per la generazione di mappe grafiche territoriali (Google Maps) per la localizzazione degli indirizzi dell'azienda rappresentata dello stesso sito web.

  • Cookie di Profilazione

    I Cookie di Profilazione servono a visualizzare promozionali in base alle preferenze mostrate dagli utenti durante la navigazione all'interno delle pagine del sito.
    Questo pubblicità possono essere disabilitate cliccando sull'angolo superiore destro di ogni annuncio e questa azione invia al sito web inserizionista la richiesta di cambio del target pubblicitario.

    Il nostro sito web utilizzia questa tipologia di cookie per la profilazione degli utenti in relazione ai banner pubblicitari visualizzati, atti al recupero di piccole forme di auto finannziamento per il sostentamento del sito stesso.

  • Cookie di Terze parti

    I Cookie di Terze parti sono utilizzati per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito da parte degli utenti, sempre in forma anonima, utili a fini statistici, per il calcolo del numero di visitatori, del numero e della tipologia di pagine visitate, del tempo di permanenza su ogni pagina, della provenienza o origine del visitatore stesso (se derivante da motore di ricerca o altro sito collegato o link di Directory Eb etc.) , della provenienza geografica, di età e interessi di varia natura.
    Tutte queste indormazioni sono utili ai fini di campagne statistiche o di campagne marketing, questi Cookie di Terze parti sono sempre e comunque generati da domini esterni al nostro sito web.

La disabilitazione dei cookie è un operazione di configurazione che può essere fatta sul proprio browser e che differisce da ognuno di quelli esistenti.
Ogni browser ha le proprie specifiche opzioni di configurazione dei cookie, queste possono essere reperite direttamente attraverso la lettura di specifiche guide messe a disposizione dalle società che hanno creato i propri browser e che ne detengono il diritto di gestione e utilizzo.
Di seguito riportiamo le azioni principali da effettuare per la disabilitazione dei cookie sui principali browser utilizati, riprese dalle guide ufficiali alle quali si rimanda per ulteriori dettagli ed eventuali cambiamenti che dovessero presentarsi nel tempo a seguito di aggiornamenti tecnici.

  • Disabilitare i cookie su Internet Explorer

    1. Sul tuo computer, seleziona "Strumenti" (simbolo "rotellina" in alto a destra).
    2. Nel Menu a comparsa selezionare la voce "Opzioni Internet".
    3. Nella finestra che si aprirà selezionare il tab "Privacy".
    4. Nel riquadro "Impostazioni" fare click sul pulsante "Avanzate".
    5. Si aprirà un ulteriore finestra dalla quale sarà possibile selezionare la voce "Sostituisci gestione automatica cookie".
    6. Questa selezione attiverà la possibilità di selezionare singole scelte per i "Cookie dei siti web visualizzati" e per "Cookie di terze parti"
    Per ulteriori informazioni sulle impostazioni si rimanda alla guida di ufficiale di Internet Explorer:
    Eliminare e gestire i cookie su Internet Explorer

  • Disabilitare i cookie su Google Chrome

    1. Seleziona in alto a destra il menu e fai clic su "Impostazioni".
    2. Scorrendo verso la parte finale del menu, fai clic su "Avanzate".
    3. In "Privacy e sicurezza", fai clic su "Impostazioni sito".
    4. Fai clic sui cookie.

    5. Da qui sarà possibile selezionare:
      • "Attiva i cookie" - accanto a "Bloccato", attiva l'interruttore.
      • "Disattiva i cookie" - disattiva "Consenti ai siti di salvare e leggere i dati sui cookie".
    Per modificare altre impostazioni si rimanda alla pagina dedicata, presente nella guida di Google Chrome:
    Modificare altre impostazioni per i cookie su Google Chrome

  • Disabilitare i cookie su Mozzilla Firefox

    1. Seleziona in alto a destra il menu e fai clic su "Protezioni per la Privacy".
    2. Verra aperta un altra finestra/scheda nel browser che visualizzerà le opzioni disponibili.
    3. Nel primo riquadro "Protezione antitracciamento avanzata" fare click su "Gestisci impostazioni".
    4. Da qui si può scelgliere la modalità di protezione tra "Normale", "Restrittiva" e "Personalizzata"

    5. Dalla scelta della modalità personalizzata si possono attivare/disattivare:
      • I "Cookie" (con ulteriori opzioni).
      • I "Contenuti traccianti" (con ulteriori opzioni).".
      • "Criptominer" o "Criptojacking" (Malware e Virus per rubare informazioni su cripto valute)
      • "Fingerprinter" (sequenza alfanumerica o stringa di bit di lunghezza prefissata)
    Per visualizzare la pagina per la protezione anti tracciamento avanzata di Firefox:
    Protezione anti tracciamento avanzata di Firefox

Altri Siti Web e servizi di terze parti

Anche il nostro sito web contiene dei collegamenti riferiti ad altri siti, i quali dispongono di una propria Informativa sulla Privacy la quale può differire in parte da quella utilizzata dal nostro sito web.
A tal proposito non si riponde delle eventuali differenze o difformità presenti nelle pagine contenenti disposizioni in materia di Legge sulla Privacy su questi siti esterni.

Titolare del trattamento dei dati

Titolare del trattamento dei dati personali è il Webmaster Danilo Salvatori, responsabile dell'implementazione e della gestione dei contenuti del sito cambiamenti-climatici.it.

Aggiornamenti sulla Privacy Policy

Le informazioni riportate su questa pagina possono essere soggette a revisioni per:

  • Modifiche della normativa sulla Privacy che riguardano gli aspetti qui mensionati.
  • Cambi o variazioni delle parti organizzative sia nella struttura di "Privacy del Titolare" che per l'interessare dell’utente fruitore.
  • Aggiunte e/o eventuali implementazioni del sito web che possano impattare sulle correnti modalità del trattamento.
Tutti gli utenti sono invitati a visionare periodicamente la pagina corrente per rimanere sempre aggiornati su eventuali cambiamenti riguardanti il trattamento dei dati personali e di utilizzo inerenti la Privacy Policy.

Domande & Risposte sul cambiamento climatico

Inquinamento delle acque da cause naturali

L'inquinamento idrico può verificarsi da cause naturali come:

  • Terremoti
  • Tsnunami
  • Eruzioni vulcaniche
  • Alluvioni
  • Frane
  • Gas Radon (un gas radioattivo di origine naturale, inodore, incolore e insapore)
  • Arsenico presente all'interno delle rocce
  • Deposizioni atmosferiche
  • Escrementi degli animali
  • Piogge acide (riconducibili indirettamente all'uomo)

Biodiversità degli ecosistemi

La biodiversità degli ecosistemi è vista come l'insieme di tutti gli ambienti che si trovano sul pianeta Terra e che si sono sviluppati in modo naturale.

Sfruttamento dei dati raccolti

Attraverso l'insieme dei dati raccolti dalle varie fonti presenti in mare, sulla terra e nello spazio, l'uomo ha la possibilità di avere costantemente una situazione aggiornata e verificare ulteriori variazioni più o meno significative, sfruttando questi dati per svariate finalità, ad esempio per le previsioni metereologiche.

Chi ha scoperto la clorofilla?

Il pigmento della clorofilla fu scoperto nei primi anni del 1800 da due studiosi dell'epoca, un chimico francese di nome Joseph Bienaimé Caventou e Pierre Joseph Pelletier.

Monitoraggio del permafrost

Gli strati più profondi del permafrost si sono creati migliaia di anni fa e non si sono più scongelati, lo strato di ghiaccio presente in questi luoghi remoti della Terra è rimasto tale arrivando fino ai giorni nostri.

Perchè il cielo è blu? - Partiamo dal Sole

Il Sole, come molti sapranno, emette un energia di tipo radiante, tale energia è conosciuta come radiazione solare.

Sostanze inquinanti nel suolo

Come nell'acqua anche nel suolo abbiamo una serie di sostanze inquinanti molto pericolose che possono, nel tempo, causare innumerevoli processi degenerativi nel terreno e conseguentemente trasmettere l'inquinamento prodotto anche alle forme di vita animale e vegetale che popolano
l'ecosistema locale.

Tra le varie sostanze inquinanti presenti nel terreno troviamo molti metalli pesanti tra cui l'arsenico e il cobalto.

Definizione di combustibile

Il combustibile è quella sostanza che, attraverso un processo di combustione, subisce una diminuzione di elettroni aumentando la sua ossidazione con una conseguente produzione di energia termica.

Nutrimento della pianta

Il saccarosio viene cosi trasportato alle varie parti della pianta, insieme all'amido primario formatosi dall'unione di più molecole di glucosio all'interno del cloroplasto.

Trasformazione del territorio causato dal disboscamento

La trasformazione del territorio attraverso il disboscamento (anche se fatto in modo selettivo) da parte di agricoltori e aziende di legname, rende le zone forestali e boschive, un tempo folte e umide, dei territori aperti e più secchi.

Conseguenze di nuove malattie dai cambiamenti climatici

In generale tutti gli individui, sani e non, sono esposti a rischi più elevati in tutte le regioni del mondo a causa delle maggiori concentrazioni di polveri sottili presenti nell'aria, e una qualità della stessa, sempre più compromessa.

Applicare la sostenibilità

L'applicazione della sostenibilità prevede grandi investimenti sul piano tecnologico e industriale e la creazione di nuove norme istituzionali per regolamentare le produzioni e gestire gli impatti sociali.

Cambiamenti climatici e lavoro

Gli effetti dei cambiamenti climatici con il mondo del lavoro sono collegati attraverso i rischi, sempre maggiori, di perderlo ma anche dalle altrettante maggiori opportunità di trovarne di nuovo.

Quali sono i principali gas serra?

I principali gas serra possono distinguersi in due distinte categorie, i gas serra naturali e i gas serra di origine antropica (prodotti dall'uomo attraverso le varie attività inquinanti).

Capitale economico, sociale e naturale

Il rapporto tra crescita economica e cambiamenti climatici ci fa capire quanto i temi ambientali siano diventati fondamentali anche per il mondo economico.

Miliardi di dollari saranno necessari contro i danni da eventi climatici

Si stima che a causa dei cambiamenti climatici, ormai in corso da diversi anni, sarebbero a rischio capitali importanti che ammonterebbero a circa 45 mila miliardi di dollari (oltre la metà del PIL mondiale).

Alla fine del XVIII secolo non esistevano strumenti adeguati

In quegli anni non si avevano ancora gli strumenti adeguati per poter misurare correttamente le capacità di assorbimento della CO2 nelle acque oceaniche e quindi non si poteva correttamente stabilire il livello di dispersione dell'anidrite carbonica negli oceani.

Torna su