Agricoltura biologica e coltivazioni cicliche

Nell'agricoltura biologica le coltivazioni vengono fatte ruotare in modo ciclico, questo sistema permette un utilizzo più efficiente dei terreni e quindi delle loro risorse.

Le principali attività sostenibili

Esistono molti settori produttivi che devono essere classificati come validi in un economia green o non più adattabili ad una riconversione a zero emissioni.

Gli ecosistemi sono unità ecologiche naturali

Un ecosistema è un unità ecologica o unità funzionale che è fondamentale per l'intera ecologia, può essere definito anche come un insieme sistemico che è composto da esseri viventi (animali e vegetali) e dalle varie componenti inanimate che insieme creano l'intero ambiente circostante.

Depauperamento e acidificazione del suolo forestale

Conseguentemente a un elevato aumento di inquinanti in atmosfera, negli ecosistemi boschivi, questi agenti inquinanti causano eutrofizzazione e acidificazione del suolo.

Quale è il paese più freddo al mondo? (Varie)

Quale è il paese più freddo al mondo?

Frequently Asked Questions - Varie

Categoria: Varie | Mercoledi 23 Marzo 2022 - 16:36:39

Qual è il paese più freddo al mondo? Il paese più freddo al mondo è Ojmjakon o Oymyakon nella Jacuzia una repubblica della Russia nella Siberia Orientale.

Quale è il luogo abitato più freddo al mondo?


La Jacuzia è un territorio molto vasto che la rende la più estesa suddivisione amministrativa del mondo.
In questa remota parte del pianeta esistono alcuni luoghi come Ojmjakon dove i suoi abitanti (circa 800) vivono tutto l'anno ad un media che va dai -30°C ai -50°C.

In alcuni periodi la temperatura registrata a Ojmjakon è stata più bassa di -60°C, fino ad arrivare a -67,7°C il 6 febbraio 1933, un record di freddo per un luogo popolato da esseri umani, rendendolo il luogo abitato più freddo al mondo.

Ojmjakon - Com'è la vita nel posto più freddo del mondo?


Nel paese a nord est della Repubblica di Sacha-Jacuzia, in Russia, la vita sembra trascorrere normalmente, almeno per loro.

In estate si possono avere temperature che arrivano attorno ai 22/23°C (massima) e 3/5°C (minima) e, stando perennemente tutto l'anno sotto zero, i veicoli devono essere lasciati accesi, anche quando non utilizzati, per evitare di creare danni al motore o altre parti meccaniche.
Durante il giorno i residenti di Ojmjakon escono solo per lo stretto necessario, vista la temperatura gelida presente nell'aria.

Il paese più freddo del mondo: cosa mangiano gli abitanti di Ojmjakon?


Gli abitanti di Ojmjakon escono dalle proprie residenze soprattutto per acquistare il cibo, venduto nei mercati ambulanti, come pesce (già congelato), molluschi, carne di renna (una delle principali fonti di sostentamento) e tè russo, il Russki chai (vodka).
Gli alimenti più utilizzati sono carne e pesce (congelati), il merluzzo e il salmone artico, cosi come le zuppe di carne di renna o cavallo.

Le attività principali per il sostentamento alimentare sono la caccia e la pesca.
Purtroppo attività come l'agricoltura e l'allevamento sono impossibili, vista la presenza di permafrost che impedisce ogni forma e tipo di coltivazione del terreno perennemente ghiacciato, e le rigide temperature che non lascerebbero scampo agli animali allevati all'aperto, escluso l'allevamento dei cavalli.

La stagione invernale a Ojmjakon


Durante il periodo invernale i residenti evitano di uscire dalle proprie abitazioni se non per stretta necessità e, quando lo fanno, cercano di stare fuori il minor tempo possibile per evitare seri problemi alla pelle e ai tessuti muscolari a causa delle bassissime temperature.
Soprattutto in inverno il paese può sfruttare pochissima luce diurna, a causa della sua posizione estrema nella regione russa.

Il villaggio Ojmjakon viene riscaldato da un impianto alimentato a carbone, non hanno tubature per l'acqua, che ricavano da blocchi di ghiaccio tenuti in casa.
I bagni sono esterni alle abitazioni e non sono riscaldati ne tanto meno hanno servizi igienici tali da meritarsene il nome.

Torna su