Età e appartenenza territoriale i fattori di rischio

Purtroppo uno dei continenti particolarmente a rischio è proprio "il vecchio continente" cioè l'Europa.

Perchè l'arcobaleno esce fuori dopo aver piovuto?

L'arcobaleno nasce dalla dispersione ottica della luce solare che, attraversando le gocce presenti nell'aria dopo la pioggia, o anche nei pressi di una fontana o una cascata, crea uno spettro elettromagnetico che comprende le lunghezze d'onda di tipo visibile e non all'occhio umano.

Come si formano i batteri?

La riproduzione dei batteri, di tipo asessuata, avviene attraverso un particolare meccanismo chiamato scissione.

Le emissioni di gas serra prodotte dall'allevamento

L'intero settore zootecnico contribuisce pesantemente alla produzione di gas ad effetto serra, provocati principalmente dagli scarti biologici degli animali.

Quali sono le conseguenze dei cambiamenti climatici per l'allevamento? (Allevamento)

Quali sono le conseguenze dei cambiamenti climatici per l'allevamento?

Frequently Asked Questions - Allevamento

Categoria: Allevamento | Venerdi 16 Ottobre 2020 - 11:41:28

Secondo la FAO il settore dell'allevamento di bestiame è uno dei principali fattori responsabili dell'impatto ambientale a livello globale.

Prodotti da allevamento a rischio per il riscaldamento globale


La Food and Agriculture Organization of the United Nations osserva che, nonostante l'impatto negativo che le attività di allevamento hanno verso il riscaldamento globale, le stesse sono fortemente a rischio a causa dei cambiamenti climatici sviluppati negli anni attraverso l'aumento delle temperature globali.

Gli animali da allevamento hanno bisogno di nutrirsi in un certo modo e con una determinata costanza per potersi sviluppare, mantenersi in vita e produrre cosi la carne e i vari prodotti caseari.

A causa del surriscaldamento caleranno le risorse disponibili per i mercati


Le risorse di tipo alimentare, necessarie a questi animali, sono spesso maggiori di quante essi ne possano produrre sotto forma di altre risorse, come carne, latte, uova e formaggi.
Questi prodotti sono poi destinati ad un mercato sempre più esigente in termini qualitativi e questo non fa altro che spronare le aziende di allevamento ad utilizzare sempre più tecniche di allevamento intensivo per poter esaudire le crescenti richieste del mercato.

L'utilizzo di allevamenti per la produzione di cibi di origine animale necessita di grandi quantità di risorse alimentari come i cereali, che sono utilizzati per un un terzo della produzione mondiale al foraggiamento degli animali da allevamento.
Il mais è ad esempio il principale cereale che viene impiegato negli allevamenti, con quasi il 60% della produzione globale utilizzata come mangime.

Le risorse idriche scarseggeranno a causa del Global Warming


Oltre al consumo di risorse agricole, l'allevamento necessita anche di risorse idriche, indispensabili per abbeverare il bestiame. Ci sono animali come i bovini che hanno la necessità di consumare una media di 80 Lt. al giorno di acqua, i maiali intorno ai 20 Lt. seguiti poi dagli ovini con circa 10 Lt.

I cambiamenti climatici, causati dal riscaldamento globale, renderanno molti luoghi aridi a causa delle scarse precipitazioni, cosi anche le risorse idriche destinate agli allevamenti saranno praticamente più che dimezzate.

Torna su