• Come contrastare i cambiamenti climatici?

    Per contrastare i cambiamenti climatici, è necessario adottare politiche e strategie che mirino a ridurre le emissioni di gas a effetto serra, aumentare l'efficienza energetica e promuovere l'adozione di fonti energetiche rinnovabili.
  • Come possiamo contribuire alla sostenibilità?

    Ci sono molte azioni che si possono intraprendere per contribuire alla sostenibilità, come ridurre l'uso di energia elettrica, acquistare prodotti eco-sostenibili e a km zero, utilizzare mezzi di trasporto pubblici o bicicletta, ridurre l'uso di materiali usa e getta e riciclare, aderire a gruppi di attivismo ambientale e promuovere la consapevolezza sulla sostenibilità.
  • La microplastica: un grande problema ambientale

    Solo da alcune decine di anni sentiamo parlare di microplastiche e purtroppo sempre più spesso.
  • L'intuizione di Svante August Arrhenius su l'anidrite carbonica

    Svante August Arrhenius stabilì che la concentrazione di anidride carbonica (CO2) e la temperatura atmosferica erano strettamente relazionate, grazie alle capacità di assorbimento di gas presenti nell'aria, vapore acqueo e radiazioni solari da parte della nostra atmosfera.

Quali sono gli effetti dei cambiamenti climatici sull'agricoltura? (Agricoltura)

Quali sono gli effetti dei cambiamenti climatici sull'agricoltura?

Frequently Asked Questions - Agricoltura

Categoria: Agricoltura | Venerdi 16 Ottobre 2020 - 10:54:24

Gli effetti che possono avere i cambiamenti climatici sull'agricoltura nel tempo sono svariati e ognuno causa danni irreversibili al terreno e conseguentemente ai raccolti.

Aumento della siccità e scarsità di risorse idriche


Le ricadute del riscaldamento globale sull'agricoltura sono l'aumento della desertificazione e la perdita della biodiversità.
Il progressivo surriscaldamento del pianeta porterà all'aumento della siccità in alcuni periodi dell'anno, favorendo la sempre più crescente scarsità di risorse idriche da utilizzare per i raccolti.

L'arrivo in anticipo della primavera destabilizza la fioritura e intacca progressivamente le risorse agricole, creando degli squilibri produttivi che a loro volta creano disagi socio-economici maggiormente evidenziabili negli ultimi decenni.

Il Global Warming ridurrà quantità e qualità dei raccolti


Il Global Warming sta lentamente depotenziando il valore nutrizionale di alcuni raccolti, essenziali per l'alimentazione umana come i cereali.
Le piante coltivate nei campi assorbono dal terreno alcuni sali minerali che sono preziosi per la sintesi di sostanze nutritive, questa condizione di impoverimento del terreno porterà gradualmente ad avere un raccolto scarno dal quale si produrranno alimenti meno nutrienti.

Allarme per coltivazioni e allevamento


Anche per le coltivazioni di foraggi, utilizzati per il nutrimento del bestiame da allevamento, ci saranno forti ripercussioni in termini di quantità e qualità dei raccolti.
La potenzialità dei campi coltivabili sarà ridotta a poco più della metà di quella normale e quindi sarà necessario poter sfruttare maggiori zone per l'agricoltura, in modo tale da avere raccolti che si avvicinano alle quantità richieste dalla società.

Corsa all'approvvigionamento delle risorse naturali


Nell'immediato futuro la distribuzione delle risorse alimentari diventerà sempre più una priorità e si creerà un inaspettata corsa all'appropriazione di terre coltivabili e di risorse idriche che saranno sempre più rare.

Le cause dei cambiamenti climatici da attività umane


E' ormai un fatto consolidato che le cause del cambiamento climatico siano in sostanza ascrivibili alle attività di origine antropica (attività umane).

Abbiamo ancora l'opportunità di mitigare, in parte, le conseguenze del cambiamento climatico già in atto da anni, aumentando l'uso delle energie rinnovabili con l'implementazione e l'attuazione di soluzioni tecnologicamente avanzate che permettano il pieno rispetto dell'ambiente naturale.

Torna su