• L'inizio della primavera: esistono calendari diversi?

    La risposta è Sì, in alcune culture e tradizioni esistono calendari diversi per definire l'inizio della primavera.
  • Perchè il cielo è blu? - Partiamo dal Sole

    Chi di noi non si è mai chiesto del perchè il cielo è di colore blu? Eppure non sempre lo è anzi al tramonto diventa arancione e poi rosso mentre di notte si trasforma in uno sterminato nero profondo.
  • Come contrastare i cambiamenti climatici?

    Per contrastare i cambiamenti climatici, è necessario adottare politiche e strategie che mirino a ridurre le emissioni di gas a effetto serra, aumentare l'efficienza energetica e promuovere l'adozione di fonti energetiche rinnovabili.
  • Ridurre le emissioni inquinanti derivanti dal settore agricolo

    Data l'importanza che il cibo riveste nella nostra vita quotidiana, è molto importante concentrare gli sforzi delle comunità per aumentare e accelerare la riduzione delle emissioni di gas serra provenienti dai settori agricoli, oltre che industriali.
  • Allevamenti intensivi e pandemia

    Come già successo per epidemie come quella causata dall'Escherichia coli, cosi come quella prodotta dalla Salmonella, dal Campylobacter e infine l’influenza Aviaria e quella suina (A/H1N1).

L'innalzamento del livello del mare minaccia molte popolazioni costiere

Innalzamento dei mari: 1 miliardo di persone a rischio.

Aumento della temperatura con fusione dei ghiacci polari

Conseguenze - Innalzamento dei mari: 1 miliardo di persone a rischio Foto di Syed Qaarif Andrabi
Categoria: Conseguenze | Sabato 15 Aprile 2023 - 20:00:37

La questione dell'innalzamento del livello del mare rappresenta una delle maggiori minacce per molte popolazioni costiere in tutto il mondo.

Innalzamento mari: temperatura globale e fusione dei ghiacciai


Secondo le valutazioni degli esperti, circa 1 miliardo di persone potrebbero essere a rischio di allagamenti costieri entro il 2100 a causa del cambiamento climatico.

L'aumento della temperatura globale sta infatti provocando la fusione dei ghiacciai e dei ghiacci polari, il che porta ad un innalzamento del livello del mare.
Se questo processo non verrà rallentato, molte città costiere e intere isole potrebbero essere sommerse dall'acqua, con conseguenze disastrose per le persone che vivono in queste zone.

Riduzione emissioni gas serra e aumento della temperatura globale


Per prevenire questa situazione, è necessario adottare misure a livello globale per ridurre le emissioni di gas serra e limitare l'aumento della temperatura globale.

Inoltre, è importante che le comunità costiere si preparino adeguatamente ad affrontare questa minaccia, ad esempio costruendo infrastrutture resistenti alle inondazioni e promuovendo la protezione delle zone costiere.

Quali le infrastrutture in grado di resistere alle inondazioni?


Esistono diversi esempi di infrastrutture in grado di resistere alle inondazioni, tra cui:
  • Dighe: si tratta di strutture costruite lungo la costa per proteggersi dalle mareggiate e dall'innalzamento del livello del mare.
    Sono tipicamente realizzati in cemento o pietra e possono variare in altezza a seconda del livello di protezione necessario.
  • Barriere contro le inondazioni: si tratta di strutture temporanee o permanenti progettate per impedire alle acque alluvionali di entrare in un'area.
    Possono essere realizzati in vari materiali, tra cui acciaio, cemento o sacchi di sabbia, e possono essere schierati rapidamente in caso di alluvione imminente.
  • Edifici sopraelevati: le strutture edilizie elevate rispetto al livello del suolo possono proteggere dalle inondazioni.
    Questo può includere case, uffici e altri tipi di infrastrutture.
  • Sistemi di drenaggio: si tratta di sistemi progettati per raccogliere e convogliare le acque alluvionali lontano dalle aree popolate.
    Possono includere fossati, canali e condotte sotterranee.
  • Infrastrutture verdi: possono includere caratteristiche naturali come zone umide, pianure alluvionali e mangrovie che possono assorbire e rallentare le acque alluvionali.


Questi sono solo alcuni esempi di infrastrutture in grado di resistere alle inondazioni ed è importante notare che un'efficace protezione dalle inondazioni richiede spesso una combinazione di diverse misure adattate alle esigenze specifiche di una particolare area.

Come si possono progettare sistemi di drenaggio per resistere alle inondazioni?


I sistemi di drenaggio possono essere progettati per resistere alle inondazioni incorporando caratteristiche che aiutano a gestire e controllare il flusso dell'acqua.

Di seguito vengono elencati alcuni esempi:
  1. Capacità: i sistemi di drenaggio devono essere progettati per gestire il volume d'acqua previsto durante forti piogge o inondazioni.
    Ciò significa calcolare le portate di picco previste e progettare di conseguenza il sistema di drenaggio.
  2. Manutenzione: i sistemi di drenaggio devono essere mantenuti regolarmente per garantire che funzionino correttamente.
    Questo può includere la rimozione di detriti e l'accumulo di sedimenti, la riparazione di tubi e canali danneggiati e la garanzia che il sistema sia libero da ostruzioni.
  3. Stazioni di pompaggio: nelle aree in cui la topografia naturale non consente il drenaggio alimentato per gravità, è possibile installare stazioni di pompaggio per sollevare l'acqua a quote più elevate dove può drenare per gravità.
  4. Paratoie: possono essere installate in posizioni strategiche all'interno del sistema di drenaggio per evitare che l'acqua scorra nella direzione sbagliata durante un'alluvione.
  5. Bacini di raccolta: sono progettati per immagazzinare temporaneamente l'acqua in eccesso durante eventi di forti piogge, consentendone il drenaggio graduale una volta superato il picco di flusso.
  6. Infrastrutture verdi: incorporare infrastrutture verdi, come bioswales e giardini pluviali, può aiutare a rallentare e assorbire l'acqua in eccesso, riducendo il volume complessivo di acqua che deve essere drenata.


Nel complesso, la progettazione dei sistemi di drenaggio dovrebbe basarsi su una conoscenza approfondita dell'idrologia locale e delle esigenze specifiche dell'area in questione.

Quali i fattori da considerare quando si progetta un bacino di detenzione?


Se si progetta un bacino di detenzione, è necessario considerare diversi fattori importanti.

Innanzitutto le dimensioni e la capacità del bacino di raccolta, che dovrebbero essere progettate per accogliere il volume d'acqua previsto durante gli eventi di pioggia intensa.
Ciò dipenderà da fattori quali la dimensione dello spartiacque, la quantità di superficie impermeabile nell'area e l'intensità e la durata degli eventi piovosi.

Altro fattore importante saranno le strutture di ingresso e di uscita del bacino di raccolta che devono essere progettate per gestire il flusso di acqua in entrata e in uscita dal bacino.
Dovranno essere considerate anche importanti caratteristiche come gli sbarramenti, i canali sotterranei e sfioratori per controllare la portata e prevenire l'erosione.

Sara necessario considerare la pendenza e il tipo di terreno del bacino per garantire che il bacino stesso sia stabile e non si eroda nel tempo.
La sua pendenza dovrebbe essere abbastanza progressiva in modo tale da prevenire l'erosione durante eventi di flusso elevato e il suolo dovrebbe essere in grado di assorbire e filtrare efficacemente l'acqua.

Anche la presenza di una certa vegetazione all'interno e intorno al bacino di detenzione può aiutare a stabilizzare il suolo, assorbire l'acqua in eccesso e fornire l'habitat per la fauna selvatica.
La selezione della vegetazione dovrebbe essere appropriata per il clima locale e le condizioni del suolo.

Sottoporre regolarmente a manutenzione il bacino di raccolta per garantire che continui a funzionare in modo efficace.
Questa importante attività può includere la rimozione di sedimenti e detriti, la riparazione dei danni causati dall'erosione e il mantenimento della vegetazione.

Le caratteristiche di sicurezza come recinzioni, segnali di avvertimento e sfioratori di emergenza dovrebbero essere incluse nella progettazione del bacino di raccolta per garantire che sia sicuro per le persone e gli animali.

Nel complesso, la progettazione di un bacino di ritenzione dovrebbe essere basata su una conoscenza approfondita dell'idrologia locale e delle esigenze specifiche dell'area in questione.

L'innalzamento del livello dei mari diventerà sempre più un problema di tutti al quale tutti dovremo far fronte con l'ausilio di soluzioni tecnologiche all'avanguardia.
Non riguarda solo la nostra vita attuale ma anche, e soprattutto, quella di molte nuove generazioni che verranno.

Domande & Risposte sul cambiamento climatico
Torna su