• Formazione delle nuvole

    Quando l'aria raggiunge una certa altitudine, la temperatura diminuisce e il vapore acqueo presente nell'aria si condensa formando minuscole goccioline d'acqua o cristalli di ghiaccio.
  • Capitale economico, sociale e naturale

    Il rapporto tra crescita economica e cambiamenti climatici ci fa capire quanto i temi ambientali siano diventati fondamentali anche per il mondo economico.
  • Come si misura la pressione atmosferica?

    Per misurare la quantità di pressione atmosferica viene utilizzato un particolare strumento chiamato barometro.
  • Presenza di Permafrost sulla Terra

    Il permafrost è una tipologia di terreno che può essere trovata principalmente nelle zone polari (le aree del globo che circondano i poli) ma anche in zone con altitudini elevate come ad esempio permafrost delle Alpi intorno ai 2600 mt. s.l.m.
  • Quali sono le conseguenze di questo fenomeno sulla vita marina?

    La stratificazione termica del mare e il rovesciamento notturno delle temperature hanno importanti conseguenze sulla vita marina:

L'aumento delle temperature può accelerare il ciclo di vita dei funghi

Cambiamenti climatici e infezioni da funghi.

Diffusione delle infezioni da funghi in diverse specie animali e vegetali

Salute - Cambiamenti climatici e infezioni da funghi Foto by Hypotenuse
Categoria: Salute | Martedi 4 Aprile 2023 - 11:56:32

I cambiamenti climatici possono influire sulla diffusione dei funghi in diversi modi.

I cambiamenti climatici e la diffusione dei funghi


L'aumento delle temperature e dei livelli di umidità possono favorire la crescita dei funghi, aumentando la loro diffusione e la loro diversità.

In particolare, l'aumento delle temperature può accelerare il ciclo di vita dei funghi, facendoli emergere in periodi diversi rispetto a quelli in cui si sviluppavano tradizionalmente. Inoltre, l'aumento della temperatura può aumentare l'umidità dell'aria, favorendo la crescita di funghi che preferiscono ambienti umidi.

Distribuzione geografica dei funghi


I cambiamenti climatici possono anche influire sulla distribuzione geografica dei funghi. Ad esempio, il cambiamento delle temperature e dei regimi di precipitazione può spostare le zone di crescita dei funghi verso nord o verso le zone di montagna, dove le condizioni ambientali sono più favorevoli.

Alcuni funghi, inoltre, sono associati a piante specifiche e possono essere influenzati dalle modifiche climatiche che interessano la vegetazione. Ad esempio, la riduzione della vegetazione forestale può ridurre la presenza di funghi associati a queste piante.

Relazioni tra cambiamenti climatici e funghi


La relazione tra i cambiamenti climatici e i funghi è complessa e varia in base alla specie di fungo e alla sua interazione con l'ambiente. Alcuni funghi possono trarre beneficio dai cambiamenti climatici, mentre altri possono subirne gli effetti negativi. In generale, la comunità scientifica ritiene che i cambiamenti climatici avranno un impatto significativo sulla distribuzione e sulla diversità dei funghi, con possibili conseguenze per la salute delle piante e degli ecosistemi in cui vivono.

Infezioni da funghi a causa dei cambiamenti climatici


I cambiamenti climatici possono influire sulla diffusione delle infezioni da funghi in diverse specie animali e vegetali, compreso l'uomo.

In particolare, il riscaldamento globale e l'incremento dell'umidità possono favorire la crescita di funghi patogeni che infettano le piante, portando a malattie come la ruggine, la fusariosi e l'oidio. Queste malattie possono causare la morte delle piante e compromettere la produzione di alimenti, con possibili conseguenze sull'economia e la sicurezza alimentare.

Inoltre, i cambiamenti climatici possono anche influire sulla diffusione di malattie fungine che colpiscono gli animali, come la chytridiomycosis che ha causato il declino di numerose specie di anfibi. L'aumento della temperatura e dell'umidità possono creare condizioni favorevoli alla crescita e alla diffusione di questi funghi, portando a una maggiore diffusione delle malattie.

Infine, i cambiamenti climatici possono anche influire sulla diffusione di infezioni fungine nell'uomo, come la candidosi e l'aspergillosi. L'aumento delle temperature e dell'umidità può favorire la crescita dei funghi patogeni, aumentando il rischio di infezione in individui suscettibili, come persone con un sistema immunitario compromesso o che vivono in ambienti umidi.

In generale, la comunità scientifica ritiene che i cambiamenti climatici avranno un impatto significativo sulla diffusione delle malattie fungine, con possibili conseguenze per la salute delle piante, degli animali e degli esseri umani.

Domande & Risposte sul cambiamento climatico
Torna su